Parigi, 04 lug 18:01 – (Agenzia Nova) – Le diaspore sono un potente motore di sviluppo sia nei paesi di origine che di destinazione, e su questa base la loro emancipazione nei programmi di sviluppo condivisi va sostenuta. E’ sulla base di queste considerazioni che nell’ambito della riunione dei ministri dello Sviluppo dei paesi G7, tenuta oggi a Parigi, è stata adottata una dichiarazione congiunta G7+G5 Sahel sulle azioni da intraprendere per affrontare le emergenze della regione. Il testo, presentato dall’Italia con la partecipazione della vice ministra degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Emanuela Del Re, riconosce il ruolo svolto dalle diaspore e dalla società civile impegnata nello sviluppo delle comunità di origine dei migranti: un documento che, secondo la vice ministra, “rappresenta un importante segnale politico in quanto pone i due gruppi sullo stesso piano presentando un’analisi condivisa delle cause della fragilità nel Sahel e dei possibili rimedi per farvi fronte”.

 

Leggi qui l’articolo completo