IL 15 DICEMBRE A MILANO, IL SECONDO SUMMIT DELLE DIASPORE PER LA COOPERAZIONE ITALIANA.

 INSEME – PER ESSERCI, CONOSCERSI, COSTRUIRE

 Il SECONDO SUMMIT NAZIONALE DELLE DIASPORE PER LA COOPERAZIONE ITALIANA

racconta la migrazione come fattore di sviluppo per i paesi di destinazione e per quelli di origine

e un futuro di co-progettazione.

 La seconda edizione del Summit Nazionale delle Diaspore per la Cooperazione, il più importante evento nazionale dedicato agli incontri e alla condivisione di esperienze e buone pratiche tra i membri della diaspora in Italia, il sistema della cooperazione internazionale, la politica e il mondo economico, si terrà a Milano, nella prestigiosa sede di Palazzo Reale, il 15 dicembre 2018, dalle 9.30 alle 17.00.

Diaspore e cooperazione italiana, imprese e partenariati, comunicazione e nuove generazioni sono gli assi tematici della giornata, che disegnano una visione della migrazione molto diversa da quella a cui siamo abituati: non emergenza da contenere ma risorsa da coltivare come motore di cambiamento e di sviluppo economico, sia per il nostro paese che per i paesi di origine delle comunità migranti. Sono i dati a dirlo.

Nel 2017 l’Aiuto Pubblico allo Sviluppo del nostro Governo ha destinato 5.7 miliardi di euro, pari allo 0,29 % del Reddito Nazionale Lordo, ai paesi emergenti. Un aiuto che è cresciuto negli ultimi anni e che si traduce in attività di cooperazione finalizzate al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile nei paesi partner, in Africa, in Asia e in America Latina, a partire dalla lotta alla povertà e alle disuguaglianze.

Nello stesso anno il volume complessivo delle rimesse inviate dai migranti presenti in Italia verso i loro paesi di origine ha superato i 5 miliardi di euro (fonte: IDOS). Anche in questo caso si tratta di denaro destinato, almeno in parte, ad investimenti e sviluppo dei paesi di origine, non solo ai consumi locali.

Accanto a questi flussi che vanno dall’Italia ai paesi emergenti, bisogna però considerare anche l’apporto che i lavotori migranti espressione delle diaspore danno all’economia italiana.

I 2,4 milioni di lavoratori regolari stranieri in Italia, ossia il 10,5% del totale dei lavoratori, producono un valore aggiunto pari a 131 miliardi, ben l’ 8,7% del Pil nazionale. E i 691.000 Imprenditori immigrati rappresentano il 9,2 % del totale degli imprenditori in Italia, dato in crescita del 16,3% negli ultimi cinque anni (fonte: Fondazione Moressa). Le risorse prodotte dai lavoratori regolari stranieri contribuiscono quindi a mantenere l’equilibrio del sistema economico e pensionistico italiano.

E mentre i media diffondono prevalentemente storie drammatiche, di sbarchi ed esclusione sociale, la maggior parte della popolazione straniera si è inserita nel tessuto sociale in maniera sempre più strutturale: più di un quarto dei residenti stranieri (oltre 1,3 miloni di persone) è nato in Italia e nel 2017  147.000 persone hanno acquisito la cittadinanza italiana.  

 E’ questa Italia che il Secondo Summit Nazionale delle Diaspore per la Cooperazione vuole valorizzare e raccontare. Affrontando un quadro complesso della Migrazione e del suo ruolo primario nella Cooperazione allo Sviluppo, i panel e i 3 tavoli tematici della giornata rappresentano una opportunità unica di dialogo e confronto.

Saranno infatti l’una accanto all’altra le voci dei più alti referenti istituzionali e territoriali – dal Vice Ministro per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale Emanuela Claudia del Re all’Assessore alle Poilitiche Sociali, Salute e Diritti del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino, dal direttore vicario dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione Internazionale Leonardo Carmenati all’Assessore del Comune di Bologna Marco Lombardo – e quelle dei referenti delle comunità straniere e delle nuove generazioni impegnate in politica, nell’arte e nella cultura. Al Summit parteciperanno infatti il consigliere comunale Angelo HU,  Re Salvador, tra gli autori della serie “Baby” (Netflix) e il rapper afroitaliano Tommy Kuti, oltre a rappresentanti del mondo della ricerca, delle ONG e del Terzo Settore.

Diverse esperienze, diversi punti di vista INSIEME, PER ESSERCI, CONOSCERSI, COSTRUIRE, come recita il titolo della giornata.

Il Summit “INSIEME, PER ESSERCI, CONOSCERSI, COSTRUIRE, è uno dei momenti salienti del progetto Summit Nazionale delle Diaspore 2018-2019, un percorso di incontri e formazione sul territorio nazionale, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, dalla Fondazione Charlemagne e dalle Fondazioni di origine bancaria italiane che promuovono l’iniziativa Fondazioni for Africa Burkina Faso; realizzato in partnership con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con il Gruppo Migrazione e Sviluppo del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo (CNCS) e con Studiare Sviluppo. Il progetto gode inoltre del supporto tecnico di CeSPI e Associazione Le Reseau e della mediapartnership con l’Agenzia di Stampa DIRE. L’evento è ospitato dal Comune di Milano.

15 dicembre 2018 a Milano, Palazzo Reale, Piazza Duomo 14.

INSIEME- Per ESSERCI, CONOSCERSI, COSTRUIRE

SECONDO SUMMIT NAZIONALE DELLE DIASPORE

PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

LEGGI QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

In collaborazione con il Summit Nazionale delle Diaspore, la rete europea Migrantour organizza gratuitamente le passeggiate interculturali di turismo responsabile urbano a km zero, nella settimana della Giornata Internazionale dei Diritti del Migrante. Milano, Torino, Roma, Genova, Firenze, Napoli e Lisbona: alcune delle città dove si sperimenteranno le passeggiate condotte da accompagnatori interculturali.  Per maggiori informazioni e iscrizioni www.migrantour.org

Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Termini e condizioniImpostazioni ACCETTA

Cookie di terze parti

I pulsanti e i widget qui elencati permetono l'Interazione con i social network e la visualizzazione di contenuti da piattaforme esterne direttamente dalle pagine di questo Sito Web.